top of page

Ritiro Huamanwasi

In gruppo

Passaggio 1: richiedo il file di registrazione via email o telefonicamente.

Step 2: Beneficio di un video incontro per capire se le mie aspettative sono in linea con il processo proposto da Oniyx. A seconda del mio percorso personale e al termine di questo incontro, se sarò fisicamente e psicologicamente in grado di iniziare questo percorso, la mia richiesta verrà accettata.

Passaggio 3: restituisco il mio file completato, accompagnato dal deposito, la mia registrazione è effettiva.

Sono registrato! Mi iscrivo al gruppo WhatsApp, per comunicare con tutti i partecipanti.

Prima del ritiro vengono organizzati due videoincontri per rispondere a tutte le domande pratiche e terapeutiche.

Image de Conscious Design

Perché andare così lontano?

Vietati nella maggior parte dei paesi europei, gli enteogeni come l'ayahuasca sono riconosciuti in Perù come una terapia ancestrale che fa parte del patrimonio culturale. Spesso descritto come “affare spirituale”, l’attuale entusiasmo per questi approcci fuori dai sentieri battuti rimane comunque un percorso di salvezza per le persone in cerca di significato, o anche in profonda angoscia. Tuttavia, alla luce della dottrina attuale, è imperativo specificare che nessuna terapia alternativa può sostituire il trattamento medico erogato da un professionista sanitario.

Gruppo in lingua italiana 2025

Guidiamo ogni ricercatore ad esplorare da solo l’autenticità della sua propria ricerca, accompagnato dall’illustre precetto di Socrate…
" CONOSCI TE STESSO ! E conoscerai l'Universo e gli Dei! »

Durante le cerimonie, le piante medicinali Ayahuasca e San Pedro promuovono uno stato modificato di percezioni solitamente governato dai nostri 5 sensi e orchestrato dal cervello. La DMT (molecola chimica dell'ayahuasca) e la mescalina (quella del San Pedro) consentono generalmente un ampliamento della coscienza più o meno istantaneo della durata di 5-12 ore. Questo processo liberatorio è accompagnato da Claude Jamaël Sciortino e Sébastien Bonhomme, che guidano e dirigono i rituali, consacrando così lo spazio oltre il visibile. Le loro canzoni curative provengono essenzialmente dalla tradizione amazzonica Shipibo, sono le

“IKAROS” utilizzato storicamente dai Curanderos (guaritore rituale tradizionale, senza formazione medica ufficiale). Questa introspezione apre ad una pulizia profonda del corpo, dell'anima e del legame che abbiamo con lo spirito, al di là di ogni credenza o concezione mentale.

Queste esperienze di “Transconscio”, anche di ipercoscienza, spingono alla conoscenza di sé e consentono notevoli possibilità sui percorsi di guarigione terapeutica e di pace interiore. Ma per entrare in una vera “co”-nascita bisogna prima uscire dalle “conoscenze” derivanti dal condizionamento educativo.

Tutti gli esseri aspirano alla felicità, in una ricerca di pienezza derivante dalla separazione della fonte, che porta all'esperienza della materia nella sua dualità.

Senza la consapevolezza della sua natura ineffabile, l'uomo dipende interamente dal cibo psicologico concesso dalla società, determinando così il tipo di qualità che mantiene con la sua quotidianità. Di fronte alle difficoltà e agli stress incontrati, l'energia vitale a volte si trasforma in impazienza, persino in aggressività generatrice, paura e depressione. I ritmi inappropriati e i regimi di vita controcorrente, non solo influenzano l'anima, ma innescano anche malattie fisiche. Eppure ogni vita quaggiù cerca istintivamente il suo sostentamento, considerando la libertà e la felicità come il fine ultimo di essa...

In questi ritiri, momenti di profonda introspezione orientano ogni candidato a prendere coscienza di ciò che ingerisce, fisicamente, mentalmente e spiritualmente. Spesso si tratta di lasciare la quantità dell'avere per entrare nella qualità dell'essere.

Spesso interviene un allontanamento dal cibo a base di carne, perché istintivamente gli animali sono consapevoli della propria morte prima che accada. La paura della morte riempie la loro carne che secerne importanti quantità di ormoni, stimolando le reazioni di difesa e di panico. Questi ormoni poi si depositano nei tessuti dell'animale. Ignoriamo totalmente il contenuto eterico e sottile immagazzinato nel loro organismo senza vita. L'emozione e la paura dell'animale ingerito sono impresse quando assimiliamo la carne della " bestia ", che inevitabilmente penetra profondamente e sottilmente i nostri corpi energetici.

Allo stesso modo, per la mente che riceve ogni giorno una quantità sostanziale di informazioni da trattare, dalla corsa di un quotidiano vuoto di reale valore spirituale si aggiungono le inquietudini e le paure derivanti dai nostri diversi schermi, tutto questo si imprime nel " corpo mentale ". Le qualità dei nostri pensieri costituiscono una base fondamentale di elevazione spirituale o di decadenza più o meno problematica. Prenderne coscienza rappresenta già una trasformazione importante, strumenti come il teatro del sogno o della derisione, poi le epurazioni di piante che lavorano alla deprogrammazione delle memorie, aprono la comprensione dei nostri meccanismi mentali. Diventiamo più responsabili dei nostri pensieri, e quindi della nostra stessa esistenza.  

 

Questa è l'arte della padronanza della mente

Più l'uomo sale in coscienza, più ha bisogno di cibo vivo e dinamico a tutti i livelli. Alleggerire il suo cibo, sceglierlo vivo e vivificante, nutrire la mente, il corpo di luce, è essenziale per le nostre difese immunitarie quaggiù. Quando la coscienza del corpo è collegata alla fonte dell'esistenza, si espande naturalmente per prendere posto nella pace prima della sua ultima trasmutazione (morte fisica). La terapia alternativa qui proposta partecipa all'emergere delle paure e dei loro meccanismi inconsci alimentati dall'ego, il candidato discerne maggiormente le sue parti oscure per liberarne il quotidiano.

 

Così, "Ogni materia subisce la legge dello spirito che lo abita".

photo_2024-04-24_17-51-32.jpg

Questa parentesi di vita, adattata alle esigenze dell'evoluzione spirituale, chiede a ciascun partecipante di assumersi la responsabilità della propria esistenza come strumento di evoluzione personale e trasformazione collettiva. Qualsiasi cambiamento è chiaramente vantaggioso, invitiamo gentilmente ciascun partecipante a lasciare le proprie zone di comfort falsamente sicure. Mettiamo in campo tutta la nostra passione per creare lo spazio ideale e sicuro per consentire a ciascun ricercatore di scoprire la motivazione della propria ricerca profonda. Tuttavia, l’esito di questo processo dipenderà principalmente dal grado di coinvolgimento autentico che il candidato avrà con se stesso.

Attività seminariali: meditazione, yoga, danza e canto, teatro del sogno e derisione. Colloqui personalizzati, capanna sudatoria, bagno vegetale, purificazione, ingestione di piante alimentari e ritiro nella foresta, accompagneranno i rituali sciamanici.

Svolgimento del seminario: i primi giorni di scoperta, pulizia e preparazione della dieta portano ogni partecipante ad incontrare eventuali problematiche che può avere. Questo è un invito a interiorizzarsi. I giorni successivi riguarderanno la dieta isolata nella foresta, attraverso la decompressione e il rilascio dell'ego, penetriamo qui fino al cuore dell'essere. L'ultima fase del processo riguarda l'uscita dalla dieta, l'assimilazione dell'insegnamento e il reinserimento nella civiltà arricchita di una nuova prospettiva.
bottom of page